Categorie dei prodotti

scopri Artimestieri

I più venduti

La casa nel sole

Published : 27/06/2017 10:57:22
Categories : Non solo Bioedilizia

LA CASA NEL SOLE
 
E' il titolo di una famosa canzone che testimonia come sia facile e suggestivo avvicinare due cose così lontane e diverse ma che sono da sempre sentite in simbiosi.
Nei tempi passati, forse era uno dei pochi lussi che anche i contadini potevano permettersi: costruire una casa che avesse il lato più lungo perfettamente esposto a sud: il sole illuminava e scaldava l'edificio per tutto il giorno e le ore trascorrevano alla luce del sole o al riparo dentro casa.
 
Oggi le cose sono un po' cambiate, in casa ci stiamo poco e il sole raramente lo godiamo durante le ore di lavoro e vita quotidiana. Continua però ad essere molto importante il rapporto tra il sole e la casa in cui viviamo ed è per questo che è meglio esserne consapevoli, faccio qualche esempio: se devo scegliere un posto da dedicare alla lettura o al lavoro manuale, è opportuno che il posto sia ben illuminato dalla luce del sole, meglio se laterale; anche in cucina sarà più gradevole cucinare se il piano di lavoro è bel illuminato.Al contrario le camera da letto possono stare nella zona meno esposta del fabbricato.
 
Le case del passato sono ben orientate ma sono poco isolate, in particolre la parete nord spesso è fredda e andrebbe isolata: si può insufflare un isolante granulare, si può applicare un cappotto esterno o un rivestimento termico dall'interno, da non dimenticare la possibilità di applicare un intonaco termico quando il vecchio intonaco sia da asportare.
 
La casa quando è poco isolata, si scalda gradevolmente nelle giornate di sole invernale ma diventa insopportabile in Estate, specialmente nei locali sottotetto che sono i più esposti all'irraggiamento solare: un buon isolamento termico del tetto con materiali naturali come il sughero che garantisce il caldo nella stagione fredda e il fresco in Estate, a differenze dei pannelli sintetici, troppo leggeri (oltre che infiammabili) per proteggere dall'irraggiamento estivo.
Con il sughero invece si ottiene un ottimo valore di sfasamento termico (le ore di protezione dal sole durante l'arco della giornata estiva) senza bisogno di aggiungere ulteriori strati protettivi al vostro tetto.
Se pensate di abitare il sottotetto non dimenticatevi di curare un aspetto così importante, aggravato negli ultimi anni dal fenomeno del riscaldamento globale.
 
Purtroppo l'edilizia moderna ha messo in secondo piano il sole che deve rispondere a criteri di spazio ed economia che non sempre producono case piacevoli da abitare.
Provate comunque a pensare a casa vostra e a come il sole vi si affaccia, esserne ben consapevoli è una cosa positiva e vi farà sentire più vicini alla natura e parte dell' universo che ci ospita.

Enzo Princivalle

condividi questo contenuto!

illustra il tuo caso, ottieni consigli e preventivo, acquista i materiali!

 (with http://)