artimestieri cooperativa sociale solo bioedilizia La nostra casa tra verità e finzione

La nostra casa tra verità e finzione

Nel mondo dell'apparire anche l'edilizia si conforma al pensiero dominante e valuta i materiali e le soluzioni non per la loro sostanza ma per il "risultato visibile". Sperando che chi valuterà si fermerà alla superficie senza chiedersi che cosa c'è sotto.
E l'egoismo guida a scelte "utili" per il committente che spesso tralasciano le conseguenza negative per la collettività e per l'ambiente naturale.

La Bioedilizia è un modo diverso di pensare e di essere prima che di costruire, è un badare alla sostanza più che all'apparenza, con la consapevolezza che il materiale autentico produce anche vera bellezza.
Chi sceglie i materiali naturali sa anche che non si deve preoccupare di conseguenze negative perchè non ce ne saranno.

Se una casa male isolata la consideriamo un paziente "da guarire" non è azzardato paragonare le nuove tecniche a medicine scriteriate che curano i sintomi ma procurano danni collaterali al malato: un rivestimento a cappotto fatto con materiali sintetici, peggiora la qualità dell'aria che si respira in casa: cura una malattia ma non migliora il vero confort abitativo.

Una bella finitura alle pareti può mascherare una struttura in ferro e cemento poco sana; un "maxi listone" spazzolato, tanto di moda, induce a pensare alla tavola in legno massiccio di una volta, ma è pieno di collanti e diffonderà esalazioni nocive in casa per lungo tempo; un controsoffitto tanto "pulito" nelle linee può nascondere un groviglio di impianti in parte superflui; un sistema di riscaldamento a "risparmio energetico" a fonti integrate può avere un grado di complessità e difficoltà di manutenzione che poco si accorda ad un concetto, più vicino all'idea di risparmio, che è quello di "semplicità".

"...Talvolta, sogno una casa più grande e popolosa, che si erga in mezzo ad una età dorata....una casa nella quale si entri quando si ha aperto la porta d'entrata, senza altre cerimonie; dove il viaggiatore stanco possa lavarsi, mangiare e parlare e dormire, senza viaggi ulteriori; un rifugio che si sia felici di raggiungere in una notte di tempesta, che contenga tutte le cose essenziali di una casa e nulla per accudire ad essa; dove si possano abbracciare tutti i tesori dell'abitazione con un solo colpo d'occhio..." ***

Aiutato ancora una volta dalla poesia di H.D.Thoreau, vorrei concludere con alcune raccomandazioni semplici e pratiche, delle linee guida da tener presente, utili per orientarsi nella molteplicità delle soluzioni a nostra disposizione quando vi apprestate a fare dei lavori in casa:che i vostri lavori siano semplici, naturali e sinceri.

Se mettete un trave che sia per portare qualcosa, non fatelo solo per l'estetica; se fate un controsoffitto fatelo solo per isolare meglio ma non lasciatelo vuoto perchè gli spazi chiusi di aria stagnate non sono salubri; scegliete preferibilmente materiali puri non mescolati perchè danno più energia e non sono dei potenziali rifiuti speciali quando saranno da smaltire; fate un buon isolamento termico con materiali naturali e potrete fare a meno di un impianto di riscaldamento troppo invasivo e complesso.

Finisco raccontandovi una esperienza personale:il nostro nuovo negozio a Boves è costruito con muri portanti senza cemento armato, ha gli intonaci di calce e argilla, il pavimento in tavole di legno massello inchiodate, il tutto impregnato e oliato con vernici naturali.
Quando sono arrivati i primi visitatori/amici/clienti a trovarci, una certa scenetta si ripeteva: le persone che entrano in un negozio spesso hanno fretta e anche i nostri visitatori erano impazienti di acquistare e andarsene via. Ma, ad un certo punto, notavamo che la fretta spariva, la persona si guardava attorno ed era come piacevolmente rapita dal posto.
Allora come oggi, i più attenti comprendono che il nostro è un posto "speciale" e manifestano apertamente l'apprezzamento per un posto che li fà star bene.

Io penso che la bellezza e il confort di una casa siano dettati da un insieme di cose alcune spiegabili altre meno: in particolare sono d'accordo con chi pensa che ogni materiale e ogni luogo abbiano una "vibrazione" più o meno positiva, arredi e materiali semplici e naturali hanno vibrazioni benefiche, in una certa misura paragonabili alle sensazioni che si provano fuori casa all'aria aperta. Si può allora intuire come una casa fatta in modo semplice e naturale sia una casa più intimamente immersa nella natura e parte dell'universo che ci ospita.

Enzo Princivalle

*** Henry David Thoreau - Walden - Universale Rizzoli

Condividi

Aggiungi un commento

1 commenti

Roberta - 20/03/2019 15:12:09


Buongiorno, stiamo ultimando una ristrutturazione a Rivalta di Torino in bioedilizia (muri e intonaci in calce e canapulo), isolamento in silicati di calcio e in fibradi cellulosa .... Stiamo valutando di far posare un pavimento in cocciopesto. Voi eseguite anche questo tipo di lavori? Purtroppo non possiamo mettere legno poiché il massetto è stato realizzato con delle irregolarità. Grazie molte Roberta Tresoldi 3384498468

Migliori vendite

Product added to wishlist
Product added to compare.

Questo sito non utilizza cookies di profilazione, ma solo cookies di natura tecnica, funzionale e statistica.

Per maggiori informazioni prendere visione dello specifico paragrafo all’interno dell'INFORMATIVA PRIVACY nel sito.